Bordighera Alta, il cuore storico della città

Parlando la volta scorsa di Bordighera, avevo volutamente tralasciato il centro storico, la città vecchia nota anche come “Bordighera Alta”… e direi che il seguito ideale di un racconto sulla Bordighera moderna è parlare della sua parte più antica e caratteristica : )

La Liguria è piena di borghi storici, posti dove l’atmosfera è ancora quella (dettagli più moderni a parte) che si respirava in tempi in cui il mare non era una destinazione turistica, ma una forza della natura con cui imparare a volte a convivere e altre a lottare, e anche le città che si sono ormai modernizzate conservano comunque il loro spirito antico.

Bordighera il suo spirito ce l’ha appunto nella città vecchia, un borgo dentro la città, un’enclave del passato in mezzo alla modernità; chi attraversa le porte della cittadina tutt’ora esistenti verrà accolto in un piccolo borgo che sonnecchia di giorno ma si anima di notte, col fascino della sera che accentua la bellezza del posto.

Se si entra dalla Porta del Capo una breve scalinata porta nella piazzetta principale, proprio sotto la torre con l’orologio e davanti alla chiesa, in quello che è essenzialmente il centro di Bordighera Alta. Un punto di arrivo ma anche di partenza, perché da qui dipartono le stradine che accompagnano in giro per questa antica frazione.

IMG01 IMG05

Queste strade sono sovrastate da archi che uniscono facciate, dando l’impressione di una volta a coprire il cammino; panni stesi alle finestre ricordano che non si è in una cartolina statica e che la vita quotidiana prosegue tranquillamente.
Brevi scalinate conducono a porte che lasciano la curiosità su che tipo di stanze ci siano dietro, finestre decorate sono sprazzi di colore e creatività nel relativo anonimato di una strada secondaria, e vecchi spiazzi con solo una fontana e muri scrostati, invece che apparire decrepiti, hanno un fascino d’annata unico e non riproducibile artificialmente.

IMG33 IMG44

Quando poi la strada continua a scendere per riportare infine alla Bordighera moderna, viene quasi automatico puntare di nuovo verso l’alto, tornando indietro verso la piazzetta centrale e passando sotto arcate che ospitano ulteriori porticine, e appena fuori da esse sedie che fanno quasi visualizzare un anziano pescatore sedutoci sopra ad oziare nelle prime ore del pomeriggio.

Ma è dopo il tramonto, quando le lusinghiere ombre della sera nascondono le imperfezioni e accorciano la distanza tra passato e presente, che Bordighera Alta prende vita, presentandosi in una veste elegante e a tratti misteriosa.
Realisticamente, sono i ristoranti ad attirare la quasi totalità delle persone, e in estate la città vecchia trabocca di turisti esattamente come un qualsiasi quartiere della movida di una metropoli. A me piace però sognare ad occhi aperti e visualizzare questo posto così caratteristico e pieno di storia come un teatro naturale, e immaginare non solo a pizzate e aperitivi, ma anche spettacoli musicali e teatrali in piccoli palcoscenici, come mi è capitato di vedere a Sanremo e Vallecrosia (anche qui… probabile che in futuro racconterò qualcosa : ) ).  

 38 36

I vicoli poi invitano ad una passeggiata serale, d’estate le arterie principali saranno piene di persone ma gli spazi meno trafficati sono ammantati di mistero e fascino notturno, ed è bello starsene un attimo da soli nella tranquillità senza tempo degli angoli più nascosti prima di rientrare nella calca di chi sosta fuori dai ristoranti.

E se la natura semichiusa del borgo fa venire voglia di spazi più ampi, basta uscire dalle porte per trovarsi davanti a due bellissimi paesaggi: il promontorio di Ospedaletti da una parte, e la triplice vista su Bordighera / Menton / Monaco dall’altra, entrambe decorate da una miriade di luci che rischiarano la notte e incorniciano il profilo della costa e dei monti.

13 30

E per finire, un piccolo viaggio di fantasia sull’aspetto umano del tutto… chi abita tra gli stretti vicoli della città vecchia di Bordighera? in questa terra di contrasti, presa tra il mare e le montagne, mi viene in mente una vignetta, un’idea che può essere tratta da un libro o da un film inesistente, in cui un turista che viene dalla città incontra una ragazza che è nata e cresciuta a Bordighera Alta.

E lui si accorge subito che c’è qualcosa di diverso in questa persona conosciuta per caso, che nessuna delle altre che vede sull’affollato lungomare ha la stessa intensità nello sguardo, grazie a due occhi che ricordano il mare quando dopo una giornata di sole si prepara alla pioggia serale, e che accento a parte, tutto nel suo portamento, nel modo in cui parla e in cui si esprime, lascia trasparire la sua profonda appartenenza a questa terra, come se fosse sbucata dalla pionieristica Liguria dell’800.

E lei ci gioca su questa cosa, stuzzica questo ragazzo venuto da lontano decantandogli la bellezza unica del suo borgo… “Qui ogni casa è unica, giù trovi tanti palazzi uguali a quelli da dove vieni tu. Qui la sera se ne hai bisogno trovi il silenzio, giù il frastuono degli altri turisti non ti fa sentire nemmeno le onde del mare. E poi qui anche se sei lontano dall’acqua sei più vicino alla vera essenza della città, a come era quando è stata costruita, un’atmosfera che giù è ormai perduta. Senza contare che qui c’è anche qualcos’altro che non troverai mai giù”.
“E sarebbe?”
“Io”, direbbe lei con un sorriso solare e furbo. “Giù non c’è nessuna come me.”

Una piccola e simpatica sbruffonata per rimarcare l’appartenenza ad un posto unico e scenico, uno stile di vita che chi viene da fuori difficilmente potrà comprendere appieno… lo si può dire in maniera ancora più astratta (da racconto immaginario diventa una canzone o poesia altrettanto immaginaria), con questa piccola rima da cui mi congedo dai vicoli di Bordighera Alta:

Le tue vacanze sono corte
Ma io sono qui tutto l’anno
Le onde mi hanno reso forte
E i venti male non mi fanno

Tu visiti il centro distrattamente
Ma c’è così tanto ancora da osservare
Tu sei una nave che segue la corrente
Ma io sono il mare

Annunci

Un pensiero su “Bordighera Alta, il cuore storico della città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...